I Tentacoli del Controllo

Il potere è l’afrodisiaco supremo.
Henry Kissinger

Faerun nordoccidentale è sconquassato dai terremoti.
In tutto il continente abili artigiani scompaiono senza lasciare traccia.
Le menti più acute e gli animi più sensibili sono tormentati da strani e angosciosi sogni.
Creature potentissime danno la caccia ad antichi artefatti.
Nomi sussurrati, luoghi che non esistono.

È terribile diventar pazzo. È meno pesante morire. Un defunto lo guardiamo con rispetto. Diciamo per lui le preghiere. La morte fa tutti eguali a lui. Ma l’uomo privato dell’intelligenza, cessa d’essere un uomo. La parola gli è data invano, egli non la sa dominare, in lui la belva riconosce un suo fratello; è oggetto di derisione per gli uomini; ognuno può far di lui quello che vuole, Dio non lo giudica.
Aleksandr Puškin

[ITA] I Tentacoli del Controllo

The last lovecraft still 01 copy FilippoZanfi MarcoBenatti